IT DE ES FR PL

Giuria

La giuria è composta da personalità letterarie riconosciute a livello internazionale, che rappresentano in modo eterogeneo ma convergente le cinque lingue del Premio.

Javier Cercas

Nato nel 1962 a Ibahernando (Spagna)
Vincitore di più di venti prestigiosi premi letterari, tradotto nel mondo intero. Le sue opere più importanti includono Soldados de Salamina (2001), Anatomía de un instante (2009) e, più recentemente, Terra Alta (Premio Planeta, 2019).

Giuliano Da Empoli

Nato nel 1973 a Neuilly-sur-Seine (Francia)
Giuliano da Empoli dirige il think tank Volta a Milano e insegna a Sciences Po Paris. Il suo ultimo libro, Gli ingegneri del caos (Marsilio, 2019) tradotto in sette lingue è consacrato ai nuovi maestri della propaganda politica. Il suo primo romanzo, Le Mage du Kremlin, sarà pubblicato da Gallimard in aprile.

Nora Bossong

Nata nel 1982 a Brema (Germania)
Romanziera e poetessa tedesca, vincitrice di numerosi premi letterari, ha recentemente pubblicato il romanzo Schutzzone e una raccolta di testi politici, Auch morgen.

Andrea Marcolongo

Nata nel 1987 a Crema (Italia)
Saggista italiana specializzata nella lingua e nella letteratura dell'antica Grecia. Il suo saggio La lingua geniale (2016) è stato tradotto in dieci lingue.

Achille Mbembe

Nato nel 1957 a Otélé (Camerun)
Professore di storia e scienze politiche, vincitore del premio Ernst-Bloch (2018) è una delle voci più influenti della sua generazione. Tra i suoi saggi, tradotti in più di una decina di lingue: Sortir de la grande nuit (2010), Critique de la raison nègre (2013) e Brutalisme (2020).

Rosa Montero

Nata nel 1951 a Madrid (Spagna)
Romanziera, vincitrice del Premio Nazionale di Letteratura Spagnola (2017). Le sue opere tradotte in decine di lingue sono La pazza di casa (2003), La figlia del cannibale (1997) e La ridicola idea di non vederti più: la storia di Marie Curie e la mia (2013).

Géraldine Schwarz

Nata nel 1974 a Strasburgo (Francia)
Scrittrice e giornalista franco-tedesca, collabora con Die Welt, Le Monde, El País, Time Magazine. Il suo saggio Les Amnésiques (European Book Prize 2018) è stato tradotto in oltre dieci lingue.

Agata Tuszyńska

Nata nel 1957 a Varsavia (Polonia).
Scrittrice e poetessa polacca, vincitrice del premio Ksawery Pruszyński del PEN-Club. Ha pubblicato una ventina di libri, tra cui 'Wiera Gran. L’accusata' o A Family History of Fear, tradotto in più di dodici lingue.

Il Premio Grand Continent riconosce ogni anno una grande narrazione europea.

SCARICA IL MATERIALE INFORMATIVO SCARICA LE IMMAGINI DELLA PRIMA EDIZIONE